Quando tuo padre ti chiede l’amicizia su Facebook

Nè io, nè lui siamo fanatici di feisbuc, ma tant’è, ci siamo tutti e due già da un paio di anni.

Finora ci eravamo ignorati con nonchalance, ma oggi una terribile iconcina rossa mi ha rivelato una preoccupante questione: mio padre mi ha chiesto l’amicizia.

[…Pausa di riflessione….]

Ma dààààààài!!!

[…Pausa di riflessione….]

Feisbuc è solo una str….ta, mi dico, che differenza fa averlo tra i contatti oppure no?

Non posso rifiutarlo, che penserebbe? Dai, lo accetto.

Aspetta però, magari un paio di foto è meglio se le levo, dai almeno quelle di capodanno con gli amici sbronzi e la parrucca.

Vabbè su, queste cose le avrà fatte anche lui. Forse. Sì, sicuro dai..

Poi ci sarebbero quelle parolacce lì e quell’episodio che non conosceva… ma tanto c’ho trent’anni, che mi deve dire?

[…Pausa di riflessione….]

e i tag??????????????????

2 commenti

Archiviato in Vita

Latte di bufala

Oggi una collega mi dice: “Hai visto lo scandalo del latte ribollito?”

E con la faccia innocente di quella che c’ha un’amica che c’ha il cugino che c’ha un conoscente che lavora alla Mukki mi racconta la sua verità.

Mi dice che in Italia esiste una truffa legalizzata per la quale..

“…Il latte ha una scadenza. Il latte scaduto non venduto viene mandato di nuovo al produttore che PER LEGGE può effettuare di nuovo il processo di pastorizzazione a 190 gradi e rimetterlo sul mercato.
Questo processo PER LEGGE può  essere effettuato fino a 5 VOLTE.
Il produttore è obbligato a indicare quante volte è stato effettuato il processo, e in effetti lo indica, ma a modo tutto suo, nel senso che chi si è mai accorto che il latte che sta bevendo è scaduto e ribollito chissà  quante volte? Il segreto è guardare sotto il tetrabrick e osservare i numerini.
Ci sono dei numeri 12345. Il numero che manca indica quante volte è scaduto e poi ribollito il latte.”

Presa da un attacco di diarrea ipocondriaca torno a casa, apro il frigo e guardo: CINQUE. azz, ho comprato il latte più sfigato dell’ipercoop!

Poi il lume della ragione si riaccende in me. Ma possibile? Ma dai!

Per fortuna è una bufala, qui ben spiegata; ma io dico: informarsi un po’ prima di diffondere il verbo come tu fossi lo spirito santo????

“…E convincere i tuoi ad andare in vacanza 
spedirli un giorno al mare e farlo in ogni stanza 
provare le ricette, collaudare la cucina 
usare la Nutella, usare la farina…”

Lascia un commento

Archiviato in Guardo il mondo da un'oblò

Murakami Haruki – Nel segno della pecora

Einaudi – 12,00€

Mi aspettavo molto da questo romanzo: Murakami, il “nuovo” fenomeno.

Non lo so, non so che dire.

La prima metà del libro è di una palla micidiale. Poi parte, accelera e intravedi.

E quel che rimane ti scava dentro.

 

“La sesta luna era il cuore di un disgraziato
Che, maledetto il giorno che era nato ma rideva sempre
Da anni non vedeva le lenzuola con le mani sporche di carbone
Toccava il culo ad una signora,
rideva e toccava, sembrava lui il padrone”

2 commenti

Archiviato in Libri

Work in progress

2 commenti

Archiviato in Vivo così

Kitchen in love

 

Sottofondo musicale

Lascia un commento

Archiviato in Vita

Ma che giornatine…..

In genere il primo dicembre entro in clima natalizio, vedo renne ovunque, smanio per fare l’albero e cercare i regalini, annego in bollenti tisane e canto jingle bell sotto la doccia.

Ora come ora spero solo che se ne vadano tutti a quel paese….

4 commenti

Archiviato in Stati d'animo